la sagrada familia e il ruolo della donna nella società moderna

ci ha spiegato che la sua azienda si schiera accanto alla “famiglia sacrale” e che gli omosessuali possono fare quello che vogliono “senza recare disturbo”.

ora, io la sua pasta non la mangio, di norma. non per motivi ideologici, ma perchè mi piace meno di altre. diciamo che la compro se sono in vacanza all’estero, perchè altro, fuori di qui, non si trova. mangio i suoi biscotti (no, io no, chè non sono molto biscottara, ma i miei figli sì), non di preferenza (anche qui, ci piacciono di più i novellini o le gocciole), ma li mangio. sorvolando sul gusto, però, che un personaggio che dirige una delle aziende più grosse in italia (nel mondo? forse, anche) si permetta di dire ‘ste cazzate, mi fa venire l’eczema.

non faccio parte di una famiglia sacrale. mi ero anche sposata in chiesa, ma ora mi ritrovo a far parte di una famiglia composta da mamma, figlio e figlio. e, per parte della settimana da mamma, figlio, figlio e papà con figlio e figlia. mamma e papà, però, sono mamma per due e papà per gli altri due. non siamo i soli. accanto a me vive un’altra famiglia a metà, di fronte un’altra. sulle famiglie degli amici dei miei figli sorvolo, perchè credo che i non sacrali battano i sacrali alla grande. sopra di me, invece, vivono due belle donne che si amano e che non possono adottare perchè in italia si preferisce lasciare i bambini in casa famiglia, piuttosto che lasciare che siano adottati da genitori gay o da genitori single. scelte. scelte che non condivido, ma che resteranno in vigore finchè ci sarà qualcuno che la pensa come quel simpatico capellone che fa la pasta blu con l’etichetta rossa e bianca.

lo ascoltavo, mentre parlava (ero in macchina: ho pure rischiato di finire contro il bus, per colpa sua), e mi veniva l’eczema dappertutto.

sì, perchè, in mezzo a queste due simpaticissime, bigotte, omofobe cazzate, ha sentito il bisogno anche di parlare della donna, la donna che è “una persona fondamentale per la pubblicità” e che “in tutti i paesi del mondo è estremamente usata”. usata. usata. usata come si usa un fazzoletto di carta? usata come si usano un paio di mutande? usata. guido, guidino mio, amore della mamma, la mia maestra diceva: “pensa, prima di parlare”. io ti dico, invece, pensa (se ci riesci, perchè il dubbio, mi permetterai, è lecito), poi, dopo che hai pensato, taci, fa’ un piacere.

mi fermo. mi fermo e continuo a grattarmi l’eczema che quel deficiente mi ha fatto venire. e vi lascio con questa meravigliosa risposta:

garofalo1

Annunci

14 thoughts on “la sagrada familia e il ruolo della donna nella società moderna

  1. Fermo restando che ognuno ha diritto di pubblicizzare il suo prodotto come gli aggrada credo che il settore marketing della B. abbia avuto qualcosa da ridire dopo le sue uscite, Comunque a me fanno venire l’orticaria anche le fintissime pubblicità in stile “mulino bianco” che propone il signore in questione.

  2. E neanche da dire gli eczemi quando ste cose le dicono non solo i privati che devono vendere (o NON vendere) ma rappresentanti dello stato, ministri, giornalisti pagati dallo stato, professori, preti pagati (a scuola), vicini di casa, e quella caterva di opinionisti su facebook.
    La famiglia tradizionale è ormai una nicchia di mercato ma si sa l’aspirazione a esserlo è più feroce e vende. Oh se vende. Oh se paga.
    Ciao yogi, mi son data allo yoga 😉

  3. Nel mulino che vorrei ci son tutti pure i gay.
    (non avevo visto la risposta garofalo, ma ora mi spiego perchè da anni noi si mangi solo quella!!).

  4. A me barilla fa venire solo una gran voglia di darmi alla Dukan per sempre… Poi però penso che pur a 20.000 km dall’italia io la garofalo la trovo molto facilmente quindi fanculo anche a Dukan (oltre che a barilla, ovvio)

  5. Diciamo che se fosse stato zitto sarebbe stato meglio. La pasta è un prodotto che mangiano tutti, ma proprio tutti, dai single, agli sposati, alle coppie di fatto, etero, omosessuali, i bambini, persino i cani e i gatti. Interessa che sia buona, non che sia reclamizzata da un qualsiasi tipo di famiglia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...