beata gioventù

sul suo letto giacciono, rassegnati, un paio di jeans blu chiari, un paio di cargo grigio chiaro, la camicia scozzese blu e grigio (con dentro una maglietta blu nike, che suppongo debba fare da sfondo alla camicia, che si usa rigorosamente aperta), una maglietta grigio scura con lattina di birra, una maglietta bianca (che c’azzecca?) e l’immancabile tenuta da basket (che, però, suppongo sia destinata a finire nella sacca per l’allenamento di ‘sta sera). lui se ne sta appollaiato per terra, cellulare all’orecchio e pallina da tennis che va e viene dalla sua mano al muro, parlando col suo migliore amico di sempre (che il destino ha voluto finisse in classe con lui anche ‘sto giro).

succede che, tra un paio di giorni, il Mio Grande inizi il liceo. pare che la cosa più importante di questo giorno (ma mia mamma giura che fossi così anch’io) sia decidere come vestirsi.

in compenso, suo fratello, il Mio Piccolo, ha deciso che lui, quest’anno, con quelle due stronze (parole sue, riferite alle maestre) a scuola non ci va. e, conoscendolo, so che mi aspetteranno troppe mattine di guerra.

siamo solo al 9 di settembre. non so mica se ce la faccio.

Annunci

10 thoughts on “beata gioventù

  1. Ce la farai, come sempre! Ma sarà comunque sempre un po’ più dura: “Figli piccoli, problemi piccoli, figli grandi, problemi grandi”. Non ci resta che sperare che qualche santo ci protegga. Il mio è più grande, ma non sta mai fermo un momento e siamo sempre in apprensione. Tanto per dirne una, si è ritrovato con tre giorni liberi ed è subito partito per Londra e per tutto il giorno non siamo riusciti a contattarlo. Ha mandato un messaggio stasera, tranquillo come una Pasqua. Beata gioventù!

  2. Il mio piccolo (ultimo anno di materna) alla seconda mattina di scuola ha esordito con “sono stanco di lavorare a scuola non ci voglio andare più, ne so abbastanza” O_0 mi aspetta un anno in salita, col carico da 100.

  3. Non ho nessuna memoria di quel che indossai il mio primo giorno di ginnasio (però alla maturità sì, tutto). Però mi ricordo che dopo due giorni ero già un treno verso il paese-che-è-casa. Buoni inizi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...