diarrea e ramadam

solo una volpe del deserto come me può offrire un panino (non al prosciutto, almeno quello) a Mario, mussulmano, in pieno ramadam. ma Mario (perchè li chiama tutti così, gli italiani) ride, perdona, apprezza il gesto e chiede, invece, se gli tengo il borsone rosa a fiori dove tiene le borse da vendere, mentre si fa un tuffo. così, si parla, si fa amicizia. si scopre che ha pure una laurea (in filosofia…), in nigeria, dove ha lasciato la moglie e tre bambini, come te, vedi?, solo che tu li hai qui vicino, mi dice. e si scopre che quel tipo muscoloso e abbronzatissimo (con la faccia da culo, letteralmente) che gli compra un sacco di roba è un poliziotto. in vacanza. ah, però, coerente, l’uomo delle forze dell’ordine, commento. va be’, dai, almeno tu ci guadagni qualcosa, no?, chiosa la Pimpa. e, così, si scopre che quella faccia da culo (a questo punto non solo per i lineamenti) le borse non le paga. se le fa regalare. ma scherzi, Mario?! ma mandalo a cagare, scusa!! no, non lo fa, perchè, dice, almeno non mi denuncia.

squallido soggetto. che i soldi che risparmi per compare le borse (e le scarpe todds e le ciabatte gucci, pare) ti vadano tutti in imodium.

(e, quindi, sì, siamo di nuovo, brevemente, in vacanza)

Annunci

23 thoughts on “diarrea e ramadam

  1. Eh, io che con le adozioni ho dovuto frequentare gli uffici stranieri delle questure, e che con gli occhi azzurri e la pelle chiara mi prendevano per uno dall’ est europeo, ne ho viste di belle su come la polizia italiana tratta ‘sti poveri cristi. Una volta un nigeriano mi ha letteralmente placcato di forza, sennò prendevo a sberle il funzionario, e mi mettevo ben bene nei guai.
    E, fra parentesi, anche da cittadini italiani, essendo nati all’estero, e scuri, per i miei figli ci sono molte difficoltà in più quando mettono piede in molti uffici pubblici.
    Tanto per non smettere di vergognarci di essere italiani, ecco.

    Anonimo SQ

  2. Una persona politically correct direbbe “non bisogna generalizzare” ma siccome io non lo sono dico…oltre alla dissenteria magari anche qualche zecca, così per completare l’opera;-))

    Simona

  3. Un bel grappolo di emorroidi che non gli permettano nemmeno di sedersi. Senza generalizzare eh…proprio a lui, quello che si fa “regalare” le borse. Una volta si chiamava “estorsione” ma ora hanno depenalizzato pure il falso in bilancio….

  4. Molto triste. Ma, purtroppo, molto comune. Sul Ramadan, che dire? Offrire un panino non è vergogna. La vera laicità, il vero rispetto, non è sapere tutto dei credi altrui, ma dialogare senza prevenzioni.

  5. Beh, a tutti capita di dimenticarsi qualcosa e il Ramadan è sicuramente uno di quegli avvenimenti a cui non pensiamo. Che il poliziotto non abbia denunciato il nigeriano, visto che non era in servizio, mi sembra una bella cosa, che abbia chiesto di non pagare come ricatto invece è una cosa proprio brutta, che ci fa vergognare di essere italiani. D’altra parte, so di una signora che ha chiamato i carabinieri perchè il marito la stava picchiando e non sono venuti. Magari, se avesse chiesto aiuto ad un nigeriano, sarebbe accorso a salvarla. Che brutto mondo!

  6. Vedo che stiamo a fare collezioni di storie tristi. Non sarà che ce ne sono un po’ troppe, da collezionare?
    (Possa il simoatico poliziotto in vacanza passare lunghe e lunghe ore in luogo appartato dove abitualmente scorre l’acqua… e scoprire che quel giorno l’acquedotto fa i lavori di manutenzione!)
    Per il panino solidarizzo: sono specializzata in questo tipo di ignobili figure, ma fatte con Tante Buone Intenzioni…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...