roba donata

mai più ritornata, dicevamo, da piccoli, quando qualcuno cercava di fregarci.

lo dicevamo io e i miei fratelli, quantomeno. lui, il mio Ex Marito, evidentemente, no, se ieri ha comunicato al Mio Grande che dovrà riconsegnargli l’ipod che gli ha regalato.

ma è mio, me l’hai regalato per il compleanno!, pare abbia obiettato il figliuolo.

potrai usarlo quando sei a casa mia., ha chiosato il papà (che li ospita a casa sua, se va bene 4-5 ore al mese, perchè è sempre “occupatissimo“, tra l’altro).

io mio chiedo che senso abbia, che cosa voglia ottenere, se non l’odio di suo figlio. il quale, ovviamente, è tornato a casa furibondo, insultando il babbino e proclamando ai quattro venti che lui il suo ipod non glielo darà mai.

e io, che, come prima reazione, gli ho detto: “fregatene, sii superiore! ridaglielo e te ne compro io uno nuovo!” (chiedendomi dove cacchio avrei trovato i soldi per regalargliene uno figo come quello là), ho poi deciso, invece, di sostenere il pargolo. eccheccazzo di storia è questa, che gli fai i regali e poi te li tieni tu?!

quindi, sappiatelo: da ieri, il Mio Grande e suo padre sono ufficialmente in guerra. e io sto dalla parte giusta.

(intanto, stanotte, ho passato due ore a cercare di calmarlo, perchè era isterico e non riusciva a dormire)

Annunci

15 thoughts on “roba donata

  1. Fossi Mio Grande gli andrei allegramente nel culo alla prossima richiesta di vederci… il ragazzo è grande, può dire la sua al giudice e può rifiutarsi di vederlo.
    I figli hanno bisogno di un padre e di una madre ma se uno dei due è una merda non si è costretti a viverci insieme… dice che calpestarla – la merda – porti fortuna…

    • lo so e lo sto spalleggiando in questo. dal giudice no, non voglio sia sentito, finchè non sia assolutamente necessario (è comunque brutto, a 13 anni, mettersi contro il padre pubblicamente: ne ho visti, di ragazzini arrivati a doverlo fare, e si sentono in colpa…).
      chissà che riesca a calpestarlo, allora!

  2. Un abbraccio al Tuo Grande!
    Posso solo immaginare come sia rimasto ferito dal comportamento del padre per il quale non ci sono aggettivi per descriverlo
    Claudia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...