siediti sulla riva del fiume

eravamo molto amiche.

quando ci siamo separati, la famiglia dell’Ex Marito mi ha cancellata. i suoceri, i cognati, nessuno mi salutava nemmeno più. ne ho sofferto. molto. non ero io quella che se n’era andata (anche se, forse, lui aveva solo avuto più coraggio – o una botta di egoismo in più – di me)! e, poi, credevo che mi volessero il bene che io volevo loro. mia cognata (non sua sorella, che mi aveva accettato solo perchè suo fratello aveva voluto me, ma l’altra, quella acquisita) fu la sola a darmi una (squallida) spiegazione (che mi ferì tremendamente): “io in questa famiglia ci devo vivere. tu ne sei uscita. non possiamo sentirci più“.

non possiamo sentirci più.

lei era quella delle telefonate fiume, dei pomeriggi coi bambini a parchi e negozi, dei messaggi mandati di notte, quando una delle due si era chiusa a piangere in bagno. era quella delle ricette scambiate al telefono, delle vacanze insieme, coi bambini sui carretti, di ritorno dalla spiaggia. era importante. era la Cognata, ma era quasi una sorella.

l’ho odiata. avrei voluto raccontare alla famiglia tutti i suoi segreti, tutto quello che aveva combinato, solo per ferirla quanto aveva ferito me.

non l’ho fatto. ma non l’ho fatto solo perchè, alla fine, mi son detta che non valeva la pena, per fare del male a lei, dare a quegli altri (che non l’avevano mai accettata del tutto) la possibilità di ferirla. sei felice lì? bene, cara, buon per te.

ieri la segretaria mi ha chiamato. una telefonata per me, cognome incomprensibile.

lei. lei in pianti. lei cui il marito ha messo, per l’ennesima volta le mani addosso. lei che è rimasta sempre più sola, sempre più inglobata in quella famiglia in cui la suocera decide per tutti. lei che non sa cosa fare, non sa chi chiamare e chiama me. lei che, ti prego, posso venire a parlare con te, ne ho bisogno.

ecco. sta passando il cadavere del mio nemico, pare.

Annunci

12 thoughts on “siediti sulla riva del fiume

  1. Dipende… se la incontri non ci sarà passaggio di cadavere ma solo una persona ferita a morte da abbracciare ( e convincere a fuggire, mani addosso MAI!)

    Nota a margine: ma in che famiglia di merda vi siete andate a mettere?

  2. infatti. mi ha riimpastellata. le ho detto di venire. so che mi scatenerò (se lo saprà) addosso le ire dell’Ex Marito, ma io qualche “dritta” devo dargliela. devo dirle di quando passi lui (no, non passi, anzi!), ma sua mamma non mi passavano i bambini al telefono e io morivo perchè non li sentivo e perchè, soprattutto, loro non sentivano me. devo dirle di quando il Mio Piccolo mi chiedeva cosa fosse una puttana e perchè papà lo dicesse di me. insomma, devo spiegarle, appunto, che la famiglia in cui ci siamo infilate è ancora più di merda di quanto lei non creda…

  3. il tempo è un boomerang. la vita è un boomerang. puoi provare a cambiarne il corso ma accadrà sempre che ritorna, in qualche modo. e per il bene che hai fatto renderà bene e per la rabbia che hai gettato tornerà rabbia. ci sono momenti in cui puoi solo ascoltare. e puoi decidere di tendere la mano. oppure no.

    sulla mia pelle ho imparato che non puoi salvare nessuno ma puoi aiutare le persone a trovare la strada per salvarsi, se vogliono. se riescono, se è il momento giusto. forse lo è. forse no.

    quello che vedo io è che c’è una persona che viene picchiata. fossi io troverei un indirizzo, un numero di telefono, le darei un aiuto concreto.

    non pensare di salvarla da sola. se puoi. rischi solo di farti (ancora) male.

    abbraccione

    (le porte chiuse in faccia per orgoglio a volte creano nuove tombe dove piangere. la violenza ha molti volti e catene difficili da rompere)

  4. Sarò dura, ma concordo con GG: non incontrarla, lascia stare. Per te, prima di tutto. Per lei, anche se non sembra, ora. Ma soprattutto per i tuoi figli.
    Ti racconto questa cosa: io e Thelma, entrambe figlie di genitori separati, padri assenti, etc. La sua mamma (sorella della mia) mantiene rapporti cordialissimi con la famiglia del marito, all’americana, oserei dire. I miei genitori (grazie al cielo, o al caso, o boh), no.
    Il risultato è che passiamo il ferragosto con mio zio babbo di Thelma), la sua attuale terza moglie, mia madre e mia zia nella casa di mia nonna.
    Ti assicuro, Thelma invidia molto questa civile indifferenza che ha segnato i rapporti tra mia madre e la famiglia di mio padre (che in questo modo, dopo, molto dopo, è potuto tornare per davvero, come il padre di Thelma, che pure apparentemente è tornato, non potrà fare mai). E, se fossi in lei, mi invidierei anche io.

  5. no no, ‘povna, io non potrei tornare mai in quella famiglia. hanno detto e fatto troppo contro di me. ma lei è solo un’appendice. il rapporto sarebbe con lei, non con il resto della famiglia…
    quanto alle famiglie allargate… beh, mi piacciono, ma mi piacciono nel senso che mi piace l’idea che si possa avere rapporti un po’ più che civili, cordiali. mi piace l’idea che possa capitare di trovarsi a una festa di amici comuni e bere un bicchiere assieme. le vacanze tutti insieme appassionatamente no, non sarei capace di reggerle.
    ma, conoscendo l’Ex Marito, so che non succederà neppure che si possa bere un bicchiere assieme, che ci si possa sedere allo stesso tavolo per amore dei figli, a festeggiare insieme il loro compleanno. peca’.

  6. ciao, ti ho letta tutta a ritroso da qui al terremoto con grande piacere!
    Per come sono fatta io sulla riva del fiume ci resto poco: o me ne vado via prima di avvistare il cadavere o finisce che mi butto nel tentativo di salvare il nemico….
    come dire yogini avvisata….
    torno a trovarti presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...